Fuoristrada

Assoluti di Enduro – Casazza Day1: è il finlandese Ahola il mattatore

151 i conduttori al via questa mattina a Casazza, nella bergamasca. Miglior tempo per il finlandese Mika Ahola su HM Honda. Ritiro per Seistola, Baletti e Melotte. Squalificato Belotti mentre era in testa alla 250 2t.
Si è svolta oggi la prima delle due giornate di gare valida per il tricolore degli Assoluti d’Italia, affiancati come consuetudine dalla Coppa Italia.
Continui colpi di scena hanno caratterizzato la 5^ prova corsa nella bergamasca Casazza, in Val Cavallina, cuore dell’enduro nazionale. Ritiro per Oscar Balletti per noie meccaniche alla sua Beta, mentre Matti Seistola ha dovuto fermarsi a causa della rottura del motore ad una speciale dal termine della gara. Squalifica invece per Andrea Belotti mentre entra in testa alla 250 2t per aiuto esterno nel cambio della candela bruciata alla partenza del fettucciato. Ottimo il ritorno in sella per il nostro Thomas Oldrati che conquista la classe 250 4t portandosi a casa ben 10 speciali su 11 conquistando così la seconda posizione assoluta.
Si confermano nella varie categorie i rispettivi leader di campionato: Manzi nella 125 2t, Botturi nella 250 2t favorito dalla squalifica di Belotti, Albergoni nella 450 4t e Belometti nella 500 4t.
Una gara davvero impegnativa, caratterizzata da un fettucciato davvero difficoltoso, una linea dura e molto tecnica con una salita e una discesa che hanno messo a dura prova le abilità dei piloti e una estrema disegnata nel sottobosco bergamasco, dove i sassi hanno impegnato tutti i conduttori al via.
Brillante la direzione della Scuderia Casazza, in collaborazione con il Motoclub Grone, il tutto coadiuvato dall’esperienza del moto club Bergamo.
Passando ai risultati di gara per quanto riguarda gli Assoluti d’Italia, prima posizione come detto per il leader di campionato Jonathan Manzi su KTM del team Farioli, il quale mette alle sua spalle Giacomo Redondi (Husqvarna CH Racing)  e l’azzurro del Team Italia Nicolas Pellegrinelli (KTM GP Motorsport).
Duello Micheluz-Botturi giunto al quinto atto della stagione 2011. Ad aggiudicarsi la 250 2t è stato per 21 secondi il “Bottu” nazionale su Gas Gas, seguito dal friulano della Fantic Motor, mentre la terza posizione è occupata da un ottimo Giovanni Gritti (TM). Gradino più alto del podio nella 250 4t per Oldrati (KTM Farioli) che non risparmia nulla ai suoi avversari rifilando alle sue spalle Maurizio Gerini (Husqvarna RSMoto) e Alessio Paoli (HM Honda).
Simone Albergoni su Husqvarna s’impone nella 450 4t seguito da due giovani talenti italiani: Edoardo D’Ambrosio (HM Honda Zanardo) e l’ex crossista Gianluca Martini (Beta), entrambi convocati a rappresentare la Maglia Azzurra alla Six Days in Finlandia. Nella Oltre 500 podio per il solito Alessandro Belometti (KTM Farioli) mentre in seconda e terza posizione terminano Alex Salvini (Husqvarna CH Racing) e Tullio Pellegrinelli (HM Honda Zanardo).
Nella Stranieri primo posto per il vincitore dell’assoluta di giornata Mika Ahola (HM Honda Zanardo) che mette dietro di se il compagno di squadra Rodrig Thain e Joakim Ljunggren (Husaberg). Vetta del podio tra i Club per il Gruppo Sportivo dell Fiamme Oro, seguito dal Trial David Fornaroli e dal moto club Lumezzane.
Nella Coppa Italia cambio ai vertici oggi nella Cadetti vittoria dove un bravo Igor Sorzogni (Yamaha) conquista la prima posizione, seguito da Riccardo Crippa (Yamaha MTG Team) ed Edoardo Lazzarini (KTM), mentre nella Junior si conferma ai vertici Andrea Bassi (HM Honda) con il suo diretto avversario è stato costretto al ritiro per noie meccaniche. Seconda e terza posizione per Nicolas Segnacasi (KTM) e Giovanni Gheza (KTM). Nella Senior vetta del podio il leader di campionato Alberto Dall’Era su KTM, con Alessandro Finardi (HM Honda) che termina secondo e Matteo Galezzi (KTM) terzo.
Tra i Major quinta vittoria stagionale per il bellunese Marco De Rocchi (Beta) che mette alle sue spalle Cristian Epis (HM Honda) e Cristian Ruggeri (KL Kawasaki).
Un grande entusiasmo si è infine manifestato ieri, dopo il briefing di gara, quando tutti i piloti, meccanici e appassionati di enduro si sono riuniti presso l’Hospitality Axiver per festeggiare i vent’anni dalla conquista del primo titolo mondiale targato Italia firmato dal grande Chicco Muraglia. Simpatici aneddoti hanno preceduto il brindisi dove un emozionato Muraglia ha ricordato quell’importante anno, ringraziando chi aveva creduto in lui: Franco Mayr.
Appuntamento con la seconda giornata del tricolore Assoluti d’Italia e Coppa Italia fissato per domani mattina, sempre alle ore 9.00 presso gli impianti sportivi di Casazza.