Fuoristrada

Assoluti di Enduro – A Cortemilia l’ultimo round 2012

A tre mesi dall’ultima sfida targata Assoluti d’Italia, tornano in campo i migliori atleti dello scenario enduristico italiano con una tappa che assegnerà gli ultimi titoli tricolori. Occhi puntati sulle classe E1, E2, Club e Senior.

Siamo ormai giunti al sospirato ultimo appuntamento anche per il massimo tricolore dell’Enduro nazionale: gli Assoluti d’Italia, affiancati come di consueto dalla Coppa Italia.

Conclusi i campionati Major e MiniEnduro con l’incoronazione dei nuovi campioni italiani 2012, è la volta degli Assoluti e dei suoi cavalieri, che con moto ben assettata e casco allacciato si stanno dirigendo verso la cittadina piemontese di Cortemilia, in provincia di Cuneo.

Si ritorna nella patria della “Nocciola Tonda Gentile” che ha deliziosamente accompagnato i nostri palati già nel 2009, quando qui si era corsa l’ultima tappa del Campionato Italiano Under23/Senior che in quella calda giornata di settembre aveva festeggiato diversi campioni, come Jonathan Manzi e Nicolò Mori, i quali saranno protagonisti anche questa domenica.

Ad organizzare la manifestazione il Motoclub 100 Torri Alba, sotto le attente direttive del suo presidente, Aldo Porro, affiancato dal fido braccio destro Giovanni Guiducci.

Si prospetta una gara tosta ed impegnativa, ma comunque bella ed appassionante, con tre speciali distribuite lungo un percorso di circa 224 km, sviluppato sullo splendido territorio della storica regione delle Langhe. Quattro i giri che i nostri 175 iscritti dovranno affrontare, a partire dalle ore 8.30 di domenica quando Eero Remes e Aigar Leok taglieranno ufficialmente i nastri di questa ottava prova targata “zerododici”.

Appena partiti i conduttori effettueranno, solo per il primo giro, una piccola deviazione di riscaldamento tra le vie di Cortemilia come omaggio agli abitanti del paese che per questo weekend ospiteranno il circus dell’Enduro. Una volta terminato questo trasferimento verrà affrontata la prova Estrema, situata nei pressi del paddock e dove ad attendere gli atleti ci saranno passaggi su sassi, pietre e una particolare vasca di… nocciole!

Terminata la prova un tranquillo trasferimento condurrà i piloti al Cross Test, lungo circa 5800 metri, tracciati su una ampia zona erbosa disposta su diversi livelli, i quali andranno a creare dei salti naturali. Sosta al C.O., prima di immettersi nella seconda parte di percorso, con un trasferimento più impegnativo e caratterizzato da mulattiere. Prima di giungere al paddock per il termine del giro, verrà affrontata la prova in linea, che stando sulla carta si presenta davvero tosta. Sottobosco, mulattiera in salita e discesa saranno i protagonisti di questo Enduro Test, lungo tutti i suoi 10 km! 

Dando uno sguardo al campionato, la classifica dice Simone Albergoni, Giacomo Redondi e Iron Racing Team campioni italiani, aperta dunque la sfida per le altre classi!

Da seguire senza dubbio quest’ultimo appuntamento, con gli occhi puntati sull’Assoluta e le classi E2, E3, Stranieri e Club, dove troviamo i nostri pretendenti al titolo divisi da una manciata di punti.

Nella E2 si sono alternati per tutta la stagione sulla vetta del podio Fabio Mossini (KTM Iron Racing Team), Alex Salvini (Husqvarna CH Racing), Jonathan Manzi (KTM Bordone-Ferrari) e Oscar Balletti (Beta Racing), che nell’ordine occupano le prime quattro posizioni della classifica. Anche nella E3 la battaglia è aperta tra i componenti del podio, dove troviamo Mirko Gritti (KTM) sulla gradino più alto, seguito da Andrea Belotti (KTM Iron Racing Team) e Maurizio Micheluz (HM-Honda NSM). E’ chiamato a difendere il primato della classe Stranieri il finlandese della KTM Farioli Eero Remes, il quale precede in campionato i due portacolori della TM Racing, Aigar Leok e Antti Hellsten.

Sono invece otto i punti che raggruppano nell’Assoluta i migliori atleti del campionato, con Simone Albergoni (HM Honda Zanardo) ad occupare il primo posto, seguito a una sola lunghezza di distacco da Thomas Oldrati (Husqvarna GP Motorsport), Alex Salvini (Husqvarna CH Racing) a due e Oscar Balletti (Beta Racin) a otto.

Da assegnare infine il tricolore anche tra le squadre, dove vediamo il Gruppo Sportivo Fiamme Oro primo a 383 punti, seguito dal Motoclub Trial David Fornaroli a 338 e il Motoclub Lumezzane a 302 lunghezze.

Assicurato il titolo della E1 2t, già nelle mani del fresco Campione del Mondo Youth Cup 125 2t Giacomo Redondi (KTM Iron Racing Team), dobbiamo segnalare l’assenza del secondo in classifica Guido Conforti (Yahama), che deve rinunciare alla gara a causa di un infortunio. Ad attaccare per la conquista della piazza d’onore ci sarà Matteo Bresolin (Husaberg GP Motorsport), al rientro dopo lo stop in seguito alla sublussazione della spalla destra alla quarta tappa Under23 dello scorso 9 settembre.

Nella E1, con la questione tricolore già chiusa a Fener (BL) lo scorso luglio, il neo arrivo in casa Husaberg, Thomas Oldrati, è chiamato a difendere il secondo posto, anche se la sua attenzione sarà sicuramente puntata sulla conquista dell’ambita medaglia d’oro nell’Assoluta. La terza posizione è occupata da Alessio Paoli (Suzuki Rigo Moto), a 5 punti di distacco da Oldrati.

Nella Coppa Italia, l’ultima classe che deve ancora decretare il suo vincitore è la Senior, dove però il leader Riccardo Peroni (Husqvarna) sarà avvantaggiato vista l’assenza del secondo in classifica Marco Luvisetto (KTM) alla manifestazione, che comunque vede assicurata la piazza d’onore poiché Roberto Urgnani (KTM), attualmente terzo, dista a più di venti punti.

Nella Cadetti vetta del podio per Alberto Rizzini (Husaberg), seguito da Fabio Pampaloni (TM) e Mirko Spandre (KTM), mentre nella Junior prima posizione occupata da Jonathan Zecchin (KTM) che per questo ultimo appuntamento gareggerà tra le file degli Assoluti. Simone Martini (Yamaha Boano) e Massimo Mutti (KTM Bordone Ferrari) completano il podio in seconda e terza posizione. Il Major vede nella generale di campione il primo posto Giordano Rossi (KTM), il quale precede Agostino Volpi e Francesco De Polo, rispettivamente su HM Honda e KL Kawasaki.

Appassionati delle due ruote, l’appuntamento è dunque per domenica 7 ottobre. Trombette e tricolori alla mano per festeggiare i nostri nuovi campioni italiani nella splendida e storica cittadina di Cortemilia (CN) che sabato sarà protagonista di un’altro importante evento: ricorrono infatti quest’anno i 20 anni dalla conquista del primo titolo Mondiale di grandi atleti come Mario Rinaldi, Tullio Pellegrinelli, Giorgio Grasso e Gianmarco Rossi. Sabato 6 ottobre brinderemo insieme a partire dalle ore 17.00 presso l’Hospitality Axiver, al seguito del quale verrà effettuato il consueto breafing dove una dolce sorpresa attenderà gli atleti!