Velocità

All’Autodromo dell’Umbria di Magione la seconda prova della Coppa Italia Velocità

All’autodromo dell’Umbria di Magione la seconda prova della Coppa Italia di Motovelocità, al via anche la Junior G.P. Aprilia e altri Trofei. 400 piloti in gara per l’organizzazione del Moto Club Spoleto.


 


Seconda prova questo finesettimana, delle sei in calendario della Coppa Italia di Velocità, teatro della sfida l’autodromo dell’Umbria di Magione, dove oltre ai 150 piloti delle due classi del torneo cadetto della velocità, scenderanno in pista anche i giovani della Junior G.P. Aprilia, del Trofeo Marco Papa, della Premier Cup e il monomarca Triumph, per un totale circa 400 concorrenti.


 


Ovviamente le gare più attese sono quelle della Coppa Italia che dopo l’esordio di due settimane fa a Misano, ha messo in evidenza diversi giovani piloti in grado di poter lottare per il titolo.


 


A Misano nella classe 125 Sport sono stati una decina i ragazzi che hanno dato vita a una gara tiratissima e molto spettacolare, con cinque che hanno partecipato alla volata finale, dove, di una frazione di secondo, è prevalso il marchigiano di Cagli Christian Zaganelli che ha preceduto i compagni di fuga Michel Zonca, Alessandro Tonucci, Nicola Morrentino e Tommaso Gabrielli, il cui fratello Matteo era caduto a due giri alla fine mentre era in testa alla corsa.


Una gara quindi, quella della ottavo di litro che come tradizione, non ha lesinato colpi di scena dall’inizio alla fine e c’è da scommettere che anche a Magione il copione si ripeterà, magari con l’entrata in scena, anche di altri attori, così da ampliare ulteriormente il ventaglio dei pretendenti al titolo finale.   


 


Non mancherà lo spettacolo e l’agonismo nemmeno nella classe 600 Stock che ha Misano ha visto trionfare il livornese Nico Morelli (Yamaha), il quale ha approfittato della bagarre scatenatasi alle sue spalle fra Ugo Michelagnoli, Cristiano Erbacci, anch’essi su Yamaha e Giuseppe Barone (Honda), per prendere quel po’ di margine che alla fine gli è valso la vittoria.  Ma oltre ai citati, ci sono molti altri piloti che scalpitano a partire da Simone Piermaria, Federico Biaggi, Gianluca Capini, Ruggero Scambia e Gianluigi Busiello, tutti in sella alle Yamaha che già si sono messi in evidenza in altre manifestazioni anche lo scorso anno e che in questa stagione sono scesi in pista con il chiaro intento di puntare al titolo. 


 


Il programma è intensissimo e si aprirà venerdì alle 9.00 con le operazioni preliminari e i turni di prove libere.


Tutta la giornata di sabato sarà dedicata alle prove ufficiali che definiranno i 34  finalisti di ogni gara. I piloti della Coppa Italia effettueranno i loro turni cronometrati alle 10.00 e alle 17.00 la 125 Sport e alle 11.00 e 17.45 la 600 Stock.


Domenica la manifestazione si aprirà alle 8,30 con la finale B della 125 Sport, seguirà la finale B della 600 Stock.  Le finali che assegneranno i punti validi per il titolo partiranno alle 14,30 la 125 e alle 15.00 la 600.


 


Per volontà del Moto Club Spoleto che organizza l’evento, il costo dei biglietti è molto popolare. Sabato unico 5 €, Domenica: tribuna e prato 15 € intero; 10 € ridotto FMI; paddock 25 €.