Fuoristrada

Al Veneto il Trial delle Regioni

Vince la squadra di casa

Il 2015 del Trial Outdoor italiano si è chiuso nel fine settimana con il Trofeo delle Regioni. 140 piloti in rappresentanza di 14 squadre si sono sfidate a Vittorio Veneto (TV), dove è arrivato anche Luca Zaia, Governatore della Regione ospitante che ha sottolineato l’importanza dello sport e, in particolare, di una manifestazione che coinvolge gran parte delle regioni italiane.

Cinque le categorie in gara: Vintage, Coppa Regioni per Club, Coppa Giovani, Coppa delle Regioni e la classe regina, quella del Trofeo delle Regioni. Il fattore campo ha premiato la squadra del Veneto che con la formazione Minot, Pallisco, Cavaliere e Petronio ha conquistato il trofeo intitolato a Diego Bosis.  Netto il successo dell’equipe di casa che ha chiuso con 18 penalità contro le 30 del Piemonte, giunto secondo con il quartetto Garnero, Prina, Nucifora e Piu. Ma la vera sorpresa nel Trofeo delle Regioni è stata la provincia autonoma di Bolzano giunta terza  con 64 errori. I bolzanini hanno messo in campo il loro tridente formato da Ebner, Pichler,e Berger.

Decisamente più risicato il successo nella Coppa delle Regioni  dove il Piemonte ha prevalso con solo 6 penalty su una sorprendente Toscana,  che ha chiuso a sette. Per ottenere il successo, il Piemonte2 si è affidato a Pignocco, Pansa e Arato, mentre la Toscana ha puntato su Marranci, Riddi e Verniani. Secondo podio per il Veneto (Zampieri, Savio, Ferrari), ma questa volta con la terza piazza e otto errori totali  ex equo con la Liguria (Donaggio, Moretto, Lazzaroni) che ha perso il bronzo per i passaggi a zero.

La Liguria si è riscattata nella Coppa Giovani, vincendo con una sola penalità di vantaggio. I giovani, Bottini, Doglio e Moretto hanno bruciato in volata la squadra del Piemonte con Portigliatti, Rabino e Gabutti; dietro di loro ancora la Liguria, con la seconda formazione, a chiudere il podio. A ottenere questo risultato, la coppia femminile Brancati – Marrè. Tra i Club si è visto un gran bel testa a testa, conclusosi a pari punti, tra il Garda Ezio de Tisi e il Dynamic Trial. Viste le penalità uguali, è stato il cronometro a fare da discriminante: il Moto Club Garda (composto da Trentini e Feltrinelli) ha vinto con 3′ di vantaggio sulla coppia Disetti – Tosini. Il Dynamic Trial però si è preso anche il terzo gradino del podio con il duo Mazzola – Della Bosca.

Nella categoria Vintage Bolzano, Veneto e Emilia Romagna 4 si sono divise il podio. Alberti e Tabarelli hanno vinto grazie alla loro esperienza davanti a Piazza e Milan, mentre i romagnoli Fontana e Perla si sono piazzati terzi.  Bella e partecipata la premiazione dove in qualità di ospite d’onore era presente il campione italiano Matteo Grattarola. Ancora da svelare il nome della regione che ospiterà questo Trofeo nel 2016, ma il Coordinatore Nazionale Trial FMI, Albino Teobaldi, ha anticipato che sarà una del nord.