FMI

A Roma il convegno “Il Motociclismo: è uno sport”

L’incontro si è tenuto presso il Salone d’Onore del CONI alla presenza, tra gli altri, di Giovanni Copioli (Presidente FMI), Luca Lotti (Ministro dello Sport), Giovanni Malagò (Presidente del CONI), Ing. Fabrizio Curcio (Capo Dipartimento Protezione Civile), Ing. Gioacchino Giomi (Capo del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco), Ing. Cesare Patrone (già Capo del Corpo Forestale dello Stato) e Luigi Longobardi, (Generale di Corpo d’Armata dei Carabinieri).

Roma, 13/04/2017

“Il Motociclismo: è uno sport”. Questo il titolo del convegno che si è tenuto oggi a Roma presso il Salone d’Onore del CONI, durante il quale sono stati affrontati alcuni temi e problematiche che interessano il mondo del motociclismo, oltre al legame della FMI con il mondo delle istituzioni. Il tutto è stato testimoniato dalla presenza di ospiti quali il Ministro dello Sport Luca Lotti, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente della FMI Giovanni Copioli insieme a rappresentanti istituzionali che hanno stretto legami con la FMI quali il Capo Dipartimento Protezione Civile, Ing. Fabrizio Curcio, il Capo del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, Ing. Gioacchino Giomi, il già Capo del Corpo Forestale dello Stato, Ing. Cesare Patrone, il Generale di Corpo d’Armata dei Carabinieri, Luigi Longobardi. A seguire sono stati consegnati dei riconoscimenti ai Volontari FMI che in motoslitta hanno prestato la loro attività durante le fasi dell’emergenza sisma-maltempo che ha colpito il centro Italia lo scorso gennaio. Alla presenza dei Presidenti onorari FMI, Paolo Sesti e Francesco Zerbi, sono state consegnate delle medaglie a: Matteo ed Odoardo Mussa, Andrea e Michele De Donà Zeccone, Luca Da Rin De Rosa, Alessandro Petris, Luca Bortot, Luca Baschenis, Sergio Polato, Luca Citton, Luca Zonta, Massimo Tosi e Michele Marchi. Assenti, ma impegnati nei soccorsi, Davide Sibille, Manuel Bosch, Fabio Tournour, Stefano Venturi e Alessandro Jacob.

Nel corso dell’evento, il Presidente FMI Giovanni Copioli ha dichiarato: “Il motociclismo è uno Sport con la S maiuscola. Nella nostra storia abbiamo vinto oltre 200 titoli mondiali, portiamo avanti i valori più alti e nobili dello sport occupandoci anche di giovani. Siamo parte del CONI e ci immedesimiamo nell’articolo 2 dello suo Statuto, anche come educazione e cultura dello sport. Il motociclismo è uno sport sociale e non è un caso se siamo stati accolti dalla Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco. I motociclisti che noi rappresentiamo rispettano le leggi e l’ambiente, motivo per cui alla politica chiediamo modifiche al codice della strada, porre attenzione alla questione guard rail e alle regole dell’andare in fuoristrada, mentre alle associazioni chiediamo dialogo. Voglio ringraziare i ragazzi premiati, sono orgoglioso del loro apporto dato nel periodo del sisma e con le motoslitte. Noi come FMI siamo questi ragazzi, rappresentano il nostro spirito e la nostra passione

Ci tenevo ad essere qui – ha dichiarato il Ministro dello Sport, Luca LottiQuello di oggi è un premio umano alla solidarietà, alla FMI e a donne e uomini che si sono impegnati in eventi tragici. È un’occasione per me come Ministro dello Sport per dire grazie a queste persone che si sono unite alle istituzioni per aiutare e che si sono messe a disposizione. Grazie alla FMI e a chi si e messo a disposizione in un momento così difficile

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha invece commentato: “E’ stata una giornata diversa dalle altre. Non sempre la FMI è stata qui al Salone del CONI. Sono orgoglioso che qui ci sia tutto il mondo FMI, dal Presidente Copioli, compresi due amici come Francesco Zerbi e Paolo Sesti. Il parterre è stato impreziosito dal Ministro dello Sport che ha voluto testimoniare come la FMI sia stata protagonista di qualcosa di bello, unire le istituzioni al mondo dello sport