Velocità

Al Mugello l’ultima prova del Campionato Italiano Velocità. I risultati delle libere

Da assegnare tre titoli su quattro. Nelle libere del venerdì i più veloci: Lacalendola (Aprilia) 125 G.P. – Dionisi (Suzuki) Superstock – Roccoli (Yamaha) 600 Super Sport e Borciani (Ducati) Superbike.


 


Ultima prova del Campionato Italiano di Velocità  domani all’autodromo internazionale del Mugello, con tre titoli tricolori su quattro ancora da assegnare e quindi grande interesse sportivo intorno alla gara che è la massima espressione della velocità nazionale con importanti presenze mondiali, in particolare nelle tre classi a quattro tempi.


Ieri nelle prove libere i migliori sono stati il torinese Roberto Lacalendola (Aprilia – Ellegi Racing), nella 125 G.P. Marvic; il romano Ilario Dionisi (Suzuki – Cruciani Moto) nella Superstock – motociv.com; il riminese Massimo Roccoli (Yamaha – Team Italia) nella 600 Super Sport – Rapid Bike e il bresciano Marco Borciani (Ducati – Sterilgarda) nella Superbike – PBR EK.


 


In 125 G.P. dietro l’attuale capoclassifica Lacalendola che ha staccato la pole virtuale con il tempo di 2’00.963, seguono il diretto rivale al titolo Simone Sancioni (Aprilia – RCGM) con un ritardo di mezzo secondo e Gabriele Ferro (Honda – B&B Racing) a otto decimi. Quarto tempo per il ravennate Riccardo Moretti, fresco vincitore del monomarca Honda 125 G.P.


 


Ilario Dionisi in piena lotta per un posto sul podio finale del campionato, è risultato il più veloce nella Superstock con 1’56.360 e ha preceduto l’altro capitolino Terence Toti (Yamaha – De Marco Racing) di circa cinque decimi. Con un ritardo appena superiore segue il leader del campionato Michele Pirro (Yamaha – Team Italia) e poi a otto decimi il ternano Giacomo Romanelli (Ducati – RD Team) vera sorpresa della giornata.


 


Il riconfermato campione tricolore della 600 Super Sport Massimo Roccoli (Yamaha – Team Italia) nonostante abbia il titolo già in tasca non ha nessuna intenzione di lasciare spazio agli avversari e fin dalle libere ha voluto riaffermare di essere lui il numero uno della categoria in Italia, oltre che uno dei migliori al mondo. Il riminese ha fermato il crono a 1’56.997 rifilando sei decimi a Stefano Cruciani (Honda – Improve Racing) che farà di tutto per difendere il secondo gradino del podio. Seguono poi Alessio Corradi (Ducati – Team Amadeus) e Danilo Marrancone (Yamaha – WCR Bike Service).


 


Infine Marco Borciani, (Ducati – Sterilgarda) vicinissimo al suo secondo titolo consecutivo nella Superbike, ha ottenuto il miglior tempo con 1’54.654 distanziando di due decimi il portacolori MV Agusta Ayrton Badovini, subito dietro Norino Brignola (Ducati Guandalini) unico in grado di contendere il titolo a Borciani; con ritardo maggiore seguono Mauro Lucchiari (Ducati – GPM Chemiba) e Alex Gramigni (Yamaha 391 Racing).


 


Nel Trofeo Yamaha che assegnerà il titolo di Supercampione 2007, il ternano Danilo Petrucci ha preceduto Marco Bussolotti, recente vincitore della Coppa Italia e Sebastiano Zerbo, campione 2006.


 


Il programma di oggi prevede le prove ufficiali delle quattro classi del CIV e del Trofeo Yamaha che in questa circostanza assegnerà il titolo di Supercampione. Le gare valide per i caschi tricolori si terranno domenica a partire dalle ore 13.30, la prima a scendere in pista la 125 G.P. a seguire la Superstock, Supersport e Superbike.


 


Per favorire la più ampia partecipazione degli appassionati domani sabato l’ingresso sarà gratuito; domenica l’accesso al prato costerà 15,00 euro (ridotto 10,00), al paddock 30,00 euro e con questo biglietto sarà possibile entrare anche in tribuna. I biglietti comprendono anche l’accesso per auto e moto; la riduzione è concessa ai soci FMI ed ai ragazzi da 14 a 16 anni.