Velocità

Al Mugello le prime pole position del CIV 2008

Savadori (Aprilia – RCGM) nella 125 G.P. MotoSprint, Pirro (Yamaha – Lorenzini) nella Superstock Panta, Roccoli (Yamaha – Lorenzini) nella 600 SS Sportautomoto e Corti (Yamaha Motor Italia) nella Superbike – PBR EK i più veloci in prova.


 


Molte conferme ma anche qualche sorpresa al termine delle prove ufficiali della gara d’apertura del Campionato Italiano Velocità che si correrà domenica all’Autodromo del Mugello.


Nonostante la pista resa umida per la prima parte della giornata dal fortissimo temporale scatenatosi durante la notte, in tutte le classi sono stati ottenuti tempi molto interessanti, soprattutto nel turno pomeridiano, a conferma dell’elevato livello tecnico-sportivo raggiunto sia dai piloti che dalle case motociclistiche impegnate nel CIV in veste ufficiale.


 


Al termine dei due turni di prove, hanno ottenuto le pole position: Lorenzo Savadori (Aprilia – RCGM) nella classe 125 G.P. MotoSprint, Michele Pirro (Yamaha – Lorenzini) nella classe Superstock Panta, Massimo Roccoli (Yamaha – Lorenzini) nella classe 600 SS SportAutomoto e Claudio Corti (Yamaha – Motor Italia) nella Superbike PBR EK.


 


Nella 125 G.P. grazie a un secondo turno di prove tiratissimo, con le pole che sono cambiate una decina di volte negli ultimi tre minuti, il quindicenne cesenate Lorenzo Savadori ha realizzato il miglior crono con 2’02.479, precedendo il quattordicenne tedesco Jonas Folgher (KTM) e il sedicenne bolognese Ferruccio Lamborghini (Aprilia Junior G.P. Dream). In prima fila anche l’altro pilota marcato Aprilia RCGM, il riminese Luca Vitali.  Buona la prova della jesina Martina Fratoni (Honda – 44 Racing) che partirà dalla quarta fila, più indietro invece l’altra ragazza in gara, la valdarnese Beatrice Bossini (Honda – Gomme Service).


 


Michele Pirro, campione in carica della Superstock, ha confermato di avere un feeling particolare con il circuito toscano, tanto che ha migliorato di quasi un secondo il suo stesso record stabilito ad ottobre 2007. Il portacolori Yamaha – Lorenzini ha staccato 1’54.896, mettendo in riga il pesarese Luca Verdini (Yamaha – RCGM), il romano Davide Giugliano (Suzuki – Cruciani Moto) e la sorpresa della giornata, l’avellinese Gino Salvatore (Yamaha – Temerario Team). Dietro questo quartetto, tutti gli altri pretendenti al titolo: Michele Magnoni (Yamaha – Lorenzini), Alex Polita (Ducati) e Fabrizio Pellizzon (Kawasaki – Stile Italiano).


 


Il Team Yamaha Lorenzini, dopo Pirro in Superstock, piazza in pole anche Roccoli nella 600 Supersport; il riminese che non fa misteri di puntare al terzo titolo tricolore consecutivo, ha avuto la meglio di tre decimi sul marchigiano Andrea Iommi (Honda – Improve Racing) e sul bresciano Cristiano Migliorati (Kawasaki – Pucetti racing) che, proprio all’ultimo giro, ha strappato il terzo crono al teramano Danilo Marrancone del team sanmarinese Yamaha – WCR Bike Service. Bene anche l’umbro Alessio Velini (Yamaha) che apre la seconda fila immediatamente a ridosso dei migliori.       


 


Si prospetta una lotta al calor bianco nella Superbike fra due piloti ufficiali: Claudio Corti (Yamaha – Motor Italia) e Luca Scassa (MV Agusta – Unionbike Gimotosport). I due si sono superati più volte nel corso del secondo turno di prove, ma alla fine la pole è andata al comasco che con 1’53.264 ha stabilito anche il nuovo record in prova, spodestando il campione tricolore della SBK Marco Borciani che lo aveva realizzato lo scorso anno. Dietro Scassa, con un ritardo di oltre un secondo, seguono l’altro portacolori MV Agusta Maurizio Prattichizzo (Team SBK Factory) e Mauro Lucchiari (Ducati – GPM Racing). 


 


Concomitanti con le gare del CIV si svolgono anche quelle del campionato monomarca Yamaha R Series Cup  che vedono scendere in pista 120 piloti con le R6 e una quarantina con la nuova R1.


 


Il programma prevede dalle 9.00 alle 10.15 i warm up delle quattro classi del tricolore e poi dalle 10.30 il primo start. Questa la sequenza delle competizioni: ore 10.30, R6 Braking Cup; ore 11.10 R6 Santander Cup; ore 11.50 R6 Metzeler Cup; ore 12.30 R1 Marchesini Cup. Alle 13.35 scatterà la gara della 125 GP MOTOSPRINT; a seguire Superstock 1000 Panta, ore 14.35; 600 Super Sport Sportautomoto, ore 15.35 e per concludere la Superbike PBR – EK, ore 16.35.


 


I biglietti:


prato 15,00 euro (ridotto ragazzi e soci FMI 10,00 euro);


differenza prato – paddock 15,00 euro;


paddock 30,00 euro, ingresso gratuito per i possessori del biglietto del GP d’Italia del prossimo primo giugno e per gli under 13 accompagnati.