Motociclismo

Ad Alba notte bianca all’insegna della Sicurezza Stradale

La notte bianca di Alba ha inaugurato la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco in piazza Garibaldi, mentre nella piazza del mercato veniva organizzata una specifica area “Armando Citroen”, nella quale i visitatori hanno potuto approfondire alcuni argomenti specifici sulla sicurezza stradale.


 


Nell’area è stata allestita, da parte dei tecnici e dei formatori di educazione stradale del CO. RE. FMI PIEMONTE, una zona dove è stato possibile effettuare prove pratiche di guida con il ciclomotore e con il motociclo. Questa attività ha destato grande interesse e i tecnici con i formatori FMI si sono prodigati per dare risposte sulle più corrette tecniche di guida, sui materiali relativi alla sicurezza passiva e sull’attività sportiva.


 


Un particolare ringraziamento va al Moto Club Cento Torri di Alba che ha fornito un valido contributo nell’allestimento, messa in sicurezza delle zone e illuminazione. Le lezioni sono state tenute da Mario Bellavia, Marco Pannoni, Pier Angelo Rabagliati, Valter Arneodo, Graziano Bernardi, con il coordinamento del prof. Enrico Garino.


 


All’interno dell’area i visitatori hanno trovato altri spazi dedicati ai sistemi di ritenuta per bambini, alle conseguenze del mancato uso delle cinture sui sedili posteriori (argomenti spesso sottovalutati dagli automobilisti), al corretto uso degli air bags e di altri dispositivi di sicurezza attiva e passiva. Era presente anche l’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Alba, con in dotazione l’apparecchio etilometrico ad uso dimostrativo, gli apparati autovelox ed altri dispositivi. Gli psicologi di SIPSiVi hanno risposto a domande e curiosità sulla parte comportamentale, quali ad esempio le conseguenze sulla guida legate all’assunzione di alcol, droghe e farmaci, la percezione alterata del rischio e gli effetti della velocità orizzontale sul nostro organismo.


 


Nell’Area Sicurezza Stradale sono state presenti alcune associazioni di volontariato: Giranimando con l’allestimento di un camper all’interno del quale visionare filmati sui crash test e spot; l’associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada – sezione provinciale di Cuneo, che si prefigge di diffondere tra i giovani un messaggio condiviso sul valore della vita; la SegnalEtica con materiale sulle proprie iniziative in ambito sicurezza stradale