Motociclismo

A Venezia “Sicuri sulla Strada per la Vita”

Si è conclusa in questi giorni la prima parte del progetto “SICURI SULLA STRADA PER LA VITA”, dedicato ai giovani utenti  delle scuole medie in procinto di prendere il Patentino e quindi quanto mai importante è stato per loro,  seguire l’avvicinamento alle due ruote, con relazioni, suggerimenti di guida, test e prove pratiche, controlli sui riflessi e sul campo visivo, percorrere con lo scooter dei tratti prettamente tecnici di studio comportamentale, di allenamento all’uso dello scooter.


 


A partire dalla seconda settimana di maggio, l’educazione stradale è tornata in questo modo nel territorio di Venezia seguendo il progetto proposto dal MOTO CLUB SPINEA, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione, con le Scuole ed Istituti del territorio provinciale, nel Piazzale dell’Isola del TRONCHETTO, e poi, nei giorni successivi, nelle località di MARGHERA, LIDO DI VENEZIA,  CAVALLINO-TREPORTI ed ancora a MARGHERA nella sala Consiglio della Municipalità per un incontro straordinario con studenti e genitori, dal titolo S.O.S. INCIDENTI.


 


Oltre 1500 studenti delle scuole medie inferiori e superiori, hanno seguito il programma delle intense giornate del progetto, supportato dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Venezia, dall’ Associazione ANCMA e Fondazione ANIA, dai concessionari moto delle zone interessate.


 


Otto percorsi sono stati tracciati al Tronchetto, a Marghera, Lido, Dolo, Cavallino,  con tratti di simulazione di centro abitato  con la normale segnaletica, dove i futuri utenti della strada, seguiti uno ad uno dai formatori FMI, hanno percorso più volte le varie zone specifiche di lavoro, per la ricerca dell’equilibrio dinamico,  hanno studiato il comportamento in curva, lo spostamento del carico nelle frenate, le impostazione e movimento sullo scooter: preparazione  e formazione indispensabile, questa, prima di permettere ai ragazzi di affrontare il traffico con lo scooter.


 


Nella foto, una prova di frenata operata da un formatore FMI