Velocità

A Salvadori, Pirro, Marrancone e Brignola la 3^ prova del CIV 2008

A Vallelunga Savadori (125 G.P.), Pirro (Superstock), Marrancone (600 Super Sport) e Brignola (Superbike) si aggiudicano la 3.a prova del Campionato Italiano Velocità.


 


Una splendida giornata di sole ha accolto sul circuito di Vallelunga i protagonisti del Campionato Italiano di Velocità impegnati nella terza prova delle sei in calendario. Le quattro gare sono risultate tutte belle e veloci, segnate dai nuovi record sul giro sia in prova sia in gara, a conferma dell’elevato livello tecnico e sportivo raggiunto dal torneo tricolore.


Le vittorie sono andate a Lorenzo Savadori (Aprilia – RCGM) nella classe 125 G.P. MOTOSPRINT; Michele Pirro (Yamaha – Lorenzini by Leoni) nella classe Superstock Panta; Danilo Marrancone (WCR – Bike Service) nella classe 600 Super Sport  Sportautomoto e Norino Brignola (Honda – M2 Racing) nella Superbike PBR – EK. In testa alle classifiche generali si trovano ora gli stessi Savadori, Pirro, Marrancone e, nella Superbike, Claudio Corti (Yamaha – Team Yamaha Motor Italia).


Nella Yamaha R Cup, giunta ugualmente alla 3.a prova, si sono imposti Daniel Brunelli (R1 Marchesini), Federico D’Annunzio (R6 Metzeler Cup), Cristiano Erbacci (R6 Santander) e Giampietro Avanzi (R6 Braking Cup).


 


Savadori, nella conferenza stampa del dopo – pole, aveva preannunciato una condotta di gara tutta d’attacco ed è stato di parola: nella classe 125 Gp Motosprint il cesenate è immediatamente scattato allungando giro dopo giro fino a concludere la corsa con un notevole margine sui rivali, incrementando così il vantaggio in classifica generale nei confronti del secondo classificato Riccardo Moretti (Honda – CRP Racing). Terzo posto per Gennaro Sabatino (Aprilia – JGP Racing Dream), al suo primo podio tricolore, che di un soffio ha preceduto il quattordicenne Luigi Morciano (Aprilia – Ellegi Racing), il più giovane pilota del campionato italiano.


 


Dominio assoluto di Michele Pirro nella Superstock Panta. Il pugliese, dopo la stratosferica pole position, ha dominato anche la corsa con estrema facilità. Ha impiegato infatti solo tre giri a sbarazzarsi dei rivali e poi ha controllato la gara senza eccessivi patemi d’animo. Alle sue spalle si è assistito a un bel duello fra Davide Giugliano (Suzuki – Cruciani Moto) e il sorprendente Gino Salvatore (Yamaha – Temerario Team) risoltosi a favore del diciottenne romano che continua ad essere il più accreditato avversario della rincorsa di Pirro al titolo italiano.


 


Gara divisa in due manche, a causa di una caduta senza conseguenze fisiche, nella 600 Super Sport Sportautomoto. La classifica per somma di tempi ha premiato Danilo Marrancone (Yamaha – WCR Bike Service) che rimane così solitario al comando della generale per la concomitante assenza di Massimo Roccoli, costretto a rinunciare alla gara di Vallelunga per poter disputare, sulla stessa pista, il mondiale del 21 settembre prossimo. Marrancone ha preceduto nell’assoluta il compagno di team Alessandro Brannetti ed il bresciano Cristiano Migliorati (Kawasaki – Puccetti) che ha svettato nella seconda parte della gara ma con un vantaggio non sufficiente per scalzare la leadership di Marrancone.


 


Il romano Norino Brignola, già campione italiano della categoria nel 2005, ha vinto un po’ a sorpresa la gara della Superbike PBR – EK in sella alla Honda – M2 Racing. Si è assistito ad una competizione particolarmente emozionate ed incerta con quattro piloti che si sono affrontati a viso aperto contendendosi il successo. Dopo un iniziale predominio del poleman Luca Scassa (MV Agusta – Unionbike Gimotorsports), è passato a condurre Luca Conforti (Honda – Emmebi) che sembrava avviato alla vittoria quando nei giri finali c’è stato il grande ritorno di Brignola che, sfruttando anche i problemi del battistrada con un doppiato, ha trovato il varco giusto per conquistare questo insperato successo davanti al pubblico amico. Quarta posizione per Corti (Yamaha – Team Yamaha Motor Italia).


 


Prossimo appuntamento con il CIV il 26 e 27 luglio al Misano World Circuit.