Fuoristrada

A Pignotti e Van Den Bosh il primo round del Mondiale a Castelletto

IL TERAMANO ATTILIO PIGNOTTI (KTM) IN CLASSE S2 E IL FRANCESE VAN DEN BOSCH (APRILIA) IN CLASSE S1 SONO I VINCITORI DELLA PRIMA PROVA DEL MONDIALE SUPERMOTO CORSA NEL PAVESE QUESTO WEEKEND.


 


Tutti contenti, tra bagno di folla, sole e tanto spettacolo, applaudendo i migliori talenti del Supermotard mondiale che oggi a Castelletto di Branduzzo, nel pavese, hanno aperto la stagione mondiale della specialità. Non potevano aspettarsi di più gli organizzatori della DBO, la società torinese che organizza tutti gli eventi mondiali di Supermoto e Motocross in Italia anche per il 2007 con l’egida della FMI, dopo un inizio così spettacolare potendo contare anche sulle moderne strutture e un tracciato come quello del Motodromo dell’oltrepò pavese accolto favorevolmente da tutti. Non poteva aprirsi meglio la stagione iridata 2007, così dicono anche i vincitori di giornata, ad iniziare dal pilota 37enne di Alba Adriatica portacolori del team Miglio Ktm Italia, Attilio Pignotti, il quale grazie a due secondi posti si è aggiudicato la prova italiana di avvio mondiale ed è ora in testa al campionato del mondo classe S2 davanti al belga del team Azzalin, Gerald Delepine (Husqvarna) e al britannico vincitore della manche conclusiva Christian Iddon (Aprilia). Sfortunato il bresciano ufficiale TM vincitore della manche inaugurale, Davide Gozzini, che ha gettato la spugna nella ripresa causa una foratura quando stava lottando per le prime posizioni.


In classe S1 è il francese pluriiridato Thierry Van Den Bosch (Aprilia) ad aggiudicarsi la prova pavese in virtù di due bellissime vittorie realizzate sempre davanti ai fratelli Chareyre, Adrien e Thomas, giunti rispettivamente secondo e terzo.


Nel Campionato Europeo doppia affermazione per il ceko Petr Vorlicek (Suzuki) il quale ha preceduto prima il sammarinese del team LP Moto, Luca De Angelis (Ktm), e successivamente il toscano del team senese PMR, Alex Tognaccini (Aprilia) ora secondo in classifica alle spalle del leader Vorlicek.


La classe S3 ha visto il dominio del sedicenne vicentino Elia Sammartin in ragione di una vittoria nella manche di apertura e di un terzo posto nella ripresa dietro al vincitore Tommaso Iacoboni, a Riccardo Peroni e al francese Baptiste Rheims (Ktm).


 


S1 RACE-1: Scommessa vinta per i bookmakers con lo scatto del transalpino iridato dell’Aprilia, Thierry Van Den Bosch, davanti ai fratelli Adrien e Thomas Chareyre (Husqvarna) e all’altro francese Jerome Giraudo (Aprilia), quindi il belga Eddy Seel (Suzuki), il bolognese Massimo Beltrami (Honda), il pesarese del team Evolution, Ivan Lazzarini (Yamaha), l’altro iridato, il tedesco Bernd Hiemer (Ktm), Fabio Balducci (TM). Nessuna concessione agli avversari da parte del transalpino che dopo quattrodici giri al comando taglia la linea del traguardo davanti agli ufficiali Husqvarna, Adrien e Thomas Chareyre, Giraudo e Lazzarini che riesce a mantenersi davanti al pilota Assomotor HM Giletti, Beltrami, e all’altro felsino Fabio Balducci in sella alla sua TM factory.


S1 RACE-2: E’ l’ufficiale Husqvarna del team Azzalin, Thomas Chareyre, a svettare nella prima curva di questa manche finale, mentre dietro l’altro francese Thierry Van Den Bosch (Aprilia) comandava il gruppo degli inseguitori davanti a Fabio Balducci (TM), Adrien Chareyre (Husqvarna), il tedesco Bernd Hiemer (Ktm), il bolognese Fabio Balducci (Honda), il pesarese Ivan Lazzarini (Yamaha), il varesino Massimo Manzo (Husqvarna), il francese Jerome Giraudo (Aprilia). Cambio della guardia al comando con “VDB” che supera il connazionale e si porta in testa per rimanervi sino al traguardo, che taglia davanti ai portacolori del team Azzalin, Adrien e Thomas, quindi Hiemer, Beltrami, Lazzarini, Giraudo, Kavin Berthome (FRA-Honda), Bidart, Manzo, Chambon (FRA-Kawasaki), Balducci, Gaspardone.


 


S2 RACE-1: Semaforo verde per la prima manche classe S2 con un sorprendente Davide Gozzini (TM) che mantiene fede alle veloci qualifiche di ieri e alla Superpole che ha fatto sua questa mattina. Schizza al comando in partenza davanti al britannico Winstanley (Ktm), poi caduto, quindi lo svizzero Marcel Goetz (Ktm), Max Verderosa (Honda), il belga Gerald Delepine (Husqvarna), e poco più giù Attilio Pignotti (Ktm) davanti a Simone Girolami (Husaberg) e Robert Baraccani (Husaberg). Qualche caduta contribuisce a stravolgere alcune posizioni ma al comando il battistrada bresciano della TM si rivela irremovibile e conduce sino alla bandiera a scacchi, che taglia davanti al pilota del team Miglio, Pignotti, quindi Delepine, Hlad, e al gruppone azzurro con Baraccani, Mariani, Pes, Rispoli nei top ten.


S2 RACE-2: E’ lo svizzero Marcel Goetz (Ktm) stavolta ad avere lo spunto migliore anticipando Davide Gozzini (TM), Attilio Pignotti (Ktm), il britannico Christian Iddon (Aprilia). Evoluzione in testa con Pignotti che recupera sino a superare Gozzini, poi insorge Iddon e passa al comando mentre il bresciano è costretto al ritiro anticipato per colpa di una foratura. Vince così il britannico che taglia il traguardo davanti al vincitore della prova italiana Attilio Pignotti, trentasettenne di Alba Adriatica in forza al Team Miglio Ktm Italia, quindi il belga Gerald Delepine (Husqvarna), Marcel Goetz (Ktm), Ales Hlad (Ktm), Maxime Testu (Husaberg).


 


 


CLASSIFICHE


S1 RACE-1: 1. Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia) 14 giri in 21’13.117; 2. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna); 3. Thomas Chareyre (FRA-Husqvarna); 4. Jerome Giraudo (FRA-Aprilia); 5. Ivan Lazzarini (ITA-Yamaha).


S1 RACE-2: 1. Van Den Bosch (FRA-Aprilia) 14 giri in 21’12.106; 2. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna); 3. Thomas Chareyre (FRA-Husqvarna); 4. Bernd Hiemer (GER-Ktm); 5. Massimo Beltrami (ITA-Honda).


S1 ASSOLUTA: 1. Thierry Van Den Bosch (FRA) punti 50; 2. Adrien Chareyre (FRA) 44; 3. Thomas Chareyre (FRA) 40; 4. Jerome Giraudo (FRA) 32; 5. Massimo Beltrami (ITA) 31.


S1 CAMPIONATO: 1. Thierry Van den Bosch (FRA) punti 50; 2. Adrien Chareyre (FRA) 44; 3. Thomas Chareyre (FRA) 40; 4. Jerome Giraudo (FRA) 32; 5. Massimo Beltrami (ITA) 31.


S2 RACE-1: 1. Davide Gozzini (ITA-TM) 14 giri in 21’42.062; 2. Attilio Pignotti (ITA-Ktm); 3. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna); 4. Ales Hlad (SLO-Ktm); 5. Robert Baraccani (ITA-Husaberg).


S2 RACE-2: 1. Christian Iddon GBR-Aprilia) 14 giri in 21’42.814; 2. Attilio Pignotti (ITA-Ktm); 3. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna); 4. Marcel Goetz (SVI-Ktm); 5. Ales Hlad (SLO-Ktm).


S2 ASSOLUTA: 1. Attilio Pignotti (ITA) punti 44; 2. Gerald Delepine (BEL) 40; 3. Christian Iddon (GBR) 37; 4. Ales Hlad (SLO) 34; 5. Lorenzo Mariani (TM) 26.


S2 CAMPIONATO: 1.


S3 RACE-1: 1. Elia Sammartin (ITA-Ktm) 14 giri in 22.38’934; 2. Francesco Bianconi (ITA-TM); 3. Riccardo Peroni (ITA-Husqvarna).


S3 RACE-2: 1. Tommaso Iacoboni (ITA-Honda) 14 giri in 22’44.681; 2. Riccardo Peroni (ITA-Husqvarna); 3. Baptiste Rheims (FRA-Ktm).


S3 ASSOLUTA: 1. Elia Sammartin (ITA) punti 43; 2. Riccardo Peroni (ITA) 42; 3. Tommaso Iacoboni (ITA) 41.


S3 CAMPIONATO: 1. Elia Sammartin (ITA) punti 43; 2. Riccardo Peroni (ITA) 42; 3. Tommaso Iacoboni (ITA) 41.


OPEN EUROPEAN RACE-1: 1. Petr Vorlicek (CZE-Suzuki) 19 giri in 22’36.237; 2. Luca De Angelis (RSM-Ktm); 3. Heino Meusburger (AUT-Yamaha); 4. Uros Nastran (SLO-Husqvarna); 5. Alessandro Tognaccini (ITA-Aprilia).


OPEN EUROPEAN RACE-2: 1. Petr Vorlicek (CZE-Suzuki) 14 giri in 22’19.954; 2. Alex Tognaccini (RSM-Ktm); 3. Uros Nastran (SLO-Husqvarna); 4. Henio Meusburger (AUT-Ktm).


OPEN EUROPEAN ASSOLUTA: 1. Petr Vorlicek (CZE) punti 50; 2. Alex Tognaccini (ITA) 38; 3. Luca De Angelis (RSM) 38; 4. Uros Nastran (SLO) 38; 5. Hein Meusburger (AUT) 38.


OPEN EUROPEAN CAMPIONATO: 1. Petr Vorlicek (CZE) punti 50; 2. Alex Tognaccini (ITA) 38; 3. Luca De Angelis (RSM) 38; 4. Uros Nastran (SLO) 38; 5. Hein Meusburger (AUT) 38.