Fuoristrada

A Marc Coma il Rally di Sardegna 2007

Il campione del mondo Marc Coma su Ktm (Team Repsol Red-Bull) ha vinto la 21^ edizione del Rally di Sardegna, seconda prova del campionato del mondo. Ha battuto, proprio come al Rally di Tunisia prima prova del mondiale, il francese David Casteu su Ktm (Team Arabas), vicecampione del mondo 2006 e secondo in classifica mondiale 2007. Terzo sul podio di Tortolì dove si è conclusa la gara, un altro spagnolo,  Jose Manuel Pellicer ancora su KTM (Profiltek Burn Team). Due spagnoli e un francese sul podio e quindi ancora una vittoria della scuola spagnola sulla scuola francese. Quarto, secondo i primi dati ufficiose Matteo Graziani che ha vinto la prova del Campionato italiano disputata nelle ultime tre tappe del mondiale.


Per  Marc Coma è la terza vittoria consecutiva al Rally, unica prova europea del campionato del mondo.


E sono tre. Non è ancora record (che resta di Matteo graziani con 4 vittorie) ma è un’altra grande vittoria che porta il catalano verso a conquista di un altro titolo mondiale.


Con una condotta di gara molto regolare, accelerando soprattutto nella prima speciale della giornata finale, il fuoriclasse del Red Bull Team Ktm è riuscito scalzare dalla testa della classifica il romagnolo Matteo Graziani, che oggi ha pagato molto per aver aperto il percorso. Al secondo posto si è classificato il francese David Casteu, che per lunga parte della tappa di ieri era sicuro di essere terzo. Sul gradino più basso del podio è salito invece lo spagnolo Pellicer, “il Carrone”, come simpaticamente viene definito dai colleghi in corsa, per la sua tendenza a star sempre a ruota degli altri. Graziani ha chiuso al quarto posto, vincendo comunque (e sono cinque) la gara valida per il campionato italiano, nella quale si è distinto il sassarese Luca Manca (Tm 530), che ha trionfato nella prima speciale. L’unico pilota sardo in gara al Mondiale, Enrico Montalbano, ha chiuso ottimo tredicesimo. Nella prima speciale dell’ultima tappa Tortolì-Tortolì, disputata in Ogliastra e lunga 51 km, tutto regolare, solo il fondo umido ha creato qualche piccolo problema. Coma ha avuto la meglio su Pellicer, Casteu, Faria, Graziani e Ceci. Nella seconda, di 65 km, il successo è andato a Casteu, che ha preceduto il campione del mondo Coma e Pellicer. L’assoluta ha premiato Coma che, per dirla con le parole di Graziani, <appare di un altro livello>. Troppo forte il vincitore di una Dakar e dei Rally di tutto il mondo (dall’Africa al Sud America ai deserti arabi), che nei giorni di gara si è limitato a controllare, senza strafare, contando molto sulla sua continuità e sulla straordinaria efficienza del team che lo supporta. Classifica assoluta (prime posizioni): 1) Marc Coma (Spa, Ktm 525 Exc, Classe 450) in 11h12’50”65, 2) David Casteu (Fra, Ktm Exc 525, Classe 450) a 2’27”19, 3) Jose Manuel Pellicer (Spa, Ktm Exc 525, Classe 450) a 3’10”18, 4) Matteo Graziani (Ita, Ktm, Classe Marathon) a 5’24”60, 5) Fransisco Lopez (Cil, Honda Crf 450, Classe 450) a 14’32”55, 13) Enrico Montalbano (Ita, Ktm Exc 450, Classe 450) a 3h45’58”07.


 


CHI È MARC COMA


31 anni, catalano, corre dal 1993. Campione del mondo in carica, vincitore  della Dakar 2006, vincitore del Rally di Sardegna 2005 e 2006, dopo essersi classificato sesto nel 2004. Ha vinto molti rally africani (Marocco, Tunisia) e quest’anno  e l’anno scorso il Rally por Las Pampas  in Argentina. 6.


 


Lopez: <Nella prima ho avuto un problema di batteria e mi ha aiutato il meccanico di marek Dabrowski. Si è trattato di un corto circuito tra la batteria e l’antenna. In speciale sono stato raggiunto da Ceci e abbiamo guidato insieme a Graziani. È stata dura. Nella seconda mi sono divertito molto, sono stato ripreso di nuovo da Ceci. Era un percorso molto tecnico, con tante pietre. Sono soddisfatto perché il rally era molto bello, di difficile navigazione. Sapevo che sarebbe stato complicato ma sono venuto qui in Sardegna per imparare>. Casteu: <Ho avuto problemi di trip, non funzionava e mi sono fatto aiutare. Poi ho aperto il gas a fondo prendendo Faria. Sono contento di essere arrivato secondo, ma sino alla fine ero convinto di essere arrivato terzo. Arriverà il giorno che sarà Coma a dovermi caricare sulle spalle>.


Coma: <Stamattina sono partito nella posizione ideale. Nella prima speciale sono andato forte per fare selezione. Nella seconda, invece, mi sono limitato a controllare per non correre rischi. Sono molto contento per questa vittoria i queta terra molto legata alla miaCatalogna.>.


Graziani: <Sapevo che stare davanti mi avrebbe penalizzato. Pioveva e ho avuto delle difficoltà. Comunque sono molto contento per la mia vittoria nell’italiano. La quinta qui al sardegna>.


Pellicer: <Ho imparato molto da questa gara soprattutto stando dietro Coma. Sicuramente la corsa di quest’anno è stata più di testa che di forza. Sono contento che insieme alla partecipazione sia arrivato anche il risultato>.


Faria: <Nella prima speciale sono stato ripreso ma ho guidato bene. Nella seconda mi sono perso dopo 20 km, accusando un forte distacco. L’importante, comunque, era finire e quindi ho abbassato il ritmo>.


Ceci: <Oggi è stato molto bello. Non ho avuto particolari problemi, ho perso un po’ di tempo all’inizio, quando ho aperto la pista con Chaleco  È stata una gran bella gara.>.