Fuoristrada

A Cerignale appuntamento con la SAE di 2° livello

Parte all’insegna del maltempo il secondo appuntamento riservato alle giovani promesse dell’enduro nostrano. Cornice ideale per la seconda tappa della Scuola Avviamento Enduro della Federazione Motociclistica Italiana è stato l’attrezzatissimo impianto di Cerignale (Piacenza), che nonostante le condizioni meteorologiche avverse, ha retto alla grande la vitalità e l’energia dei 15 piloti lombardi che vi hanno partecipato.

 

Prezioso come sempre il supporto a questo genere di attività da parte dell’amministrazione comunale di Cerignale presente anche sul campo con il vicesindaco Castelli che ha seguito con interesse le evoluzioni dei ragazzi e le spiegazioni degli istruttori. Per l’occasione presenti il senatore Alessandro Comotti e Nico Bignami che, nel settimana hanno avuto l’occasione di vedere ragazzi destreggiarsi anche nelle situazioni più avverse, specialmente alla domenica mattina, dove il fango e l’acqua l’hanno fatta certamente da padrone.

 

L’attività è partita, come al solito, con una lezione teorica i cui argomenti hanno trattato le impostazioni di base sulla moto e le principali tecniche di guida da adottare sul fango. Successivamente sono state verificate le posizioni corrette, in piedi e seduti sui mezzi, la posizione delle leve e del manubrio, quella dei piedi sulle pedane e si è sottolineata l’importanza di stringere la moto per avere la padronanza del mezzo.

Dal pomeriggio del sabato sono partite le attività tra passaggi impegnativi in mulattiera e fettucciato si è analizzato a fondo ogni aspetto della guida sul bagnato. Giornata breve ma intensa quindi, che si è conclusa con un abbondate cena presso il ristorante del campeggio, ricca di pietanze e prelibatezze locali.

 

Domenica nuovamente nebbia e freddo nonstante le speranze fossero state alte. L’attività è partita con il riscaldamento muscolare, stretching ed un giro di ricognizione in pista. Poi, finalmente con un timido sole, intense attività sul terreno diventato ancora più tecnico ed insidioso dopo la nottata di pioggia.

Eccezionale l’approccio dei ragazzi che, nonostante le condizioni avverse, si sono lanciati senza timore nella mischia, affrontando con grinta e determinazione ogni genere di ostacolo.

Si è poi approfittato della pausa pranzo per rispolverare le nozioni base del regolamento e del normale andamento di una gara. Riprese le attività in moto la giornata si è chiusa bruscamente con una caduta dell’istruttore Alessando Comotti, rivelatasi fortunatamente senza particolari conseguenze.

 

Con l’augurio di una rapida guarigione da parte di tutti i partecipanti si è chiuso il secondo appuntamento con la SAE. Prossimo incontro previsto in calendario il 25 aprile ad Ascoli Piceno.