Fuoristrada

A Busca nel weekend torna il Mondiale Supermoto

Non c’è tempo per spegnere i riflettori sul mondiale Supermoto 2008 e dopo l’ultima prova spagnola di Andorra di pochi giorni fa, si torna a parlare di un grande evento stavolta dentro i confini nazionali, esattamente al Kart Planet di Busca, il “Pantheon” della specialità, il circuito che sta diventando la casa degli Dei del motard.



Prenderà il via il 4 ottobre l’edizione autunnale del Mondiale Supermoto, valida per l’assegnazione del GP “Le Alpi del Mare – Les Alpes de la Mer” della specialità, la più importante manifestazione motociclistica del weekend in Italia, in scena sulla bella pista cuneese dove i motarder hanno già avuto due importanti occasioni per provare il circuito, come lo scorso 7 settembre e anche l’11 maggio scorso in occasione delle due prove internazionali e nell’ultima delle quali sono stati assegnati anche i titoli tricolori a Davide Gozzini e Ivan Lazzarini. La starting list è di quelle delle più grandi occasioni, con tutti i big pronti a misurarsi su un circuito dallo sviluppo complessivo di 1.420 metri, dei quali 1.200 su asfalto e 220 su sterrato, senza dislivelli ma su un’area ben visibile dalle ampie tribune già allestite dalla gestione del Kart Planet, che vede a capo l’intraprendente Signora Lilia Imani e il manager Bruno Rovera, che presentano sempre un circuito molto ben curato offrendo ogni volta la massima disponibilità e accoglienza. Ad organizzare l’evento mondiale Piemontese sarà come sempre la DBO, società torinese a cui è stata affidata da YouthStream una parte della gestione organizzativa dell’intero mondiale Supermoto 2008, oltre ai mondiali di motocross MX1, MX2 e MX3 che si svolgono in Italia.

Arriverà a Busca da leader della classe S2 il transalpino del Team CH Racing Azzalin, Adrien Chareyre (Husqvarna), che lo scorso anno festeggiò proprio al Kart Planet la vittoria della sua seconda gara stagionale, vantaggio che lo portò poi a vincere il titolo mondiale della classe S1. A seguirlo è il nostro azzurro in sella alla ufficiale TM, Davide Gozzini, a soli sei punti di distacco e per questo in cerca di un risultato risolutivo che in Italia potrebbe trovare con il sostegno della tifoseria di casa. Terzo è l’imprevedibile belga Gerald Delepine (Husqvarna-CH Racing) che precede un altro nostro forte azzurro come Attilio Pignotti (Ktm-Team Miglio) in cerca però del risultato mirabile che ne determini il vero potenziale dopo l’infortunio al polso rimediato a Castelletto. Dietro all’albense troviamo in graduatoria il terracinese Luca Minutilli (Aprilia-PMR-H2O), il bolognese Massimo Beltrami (Aprilia-DRC) assente alla prova del Principato di Andorra per un infortunio in prova all’ultima gara tricolore, e poi ancora il pesarese Lorenzo Mariani (TM-MRC) e il vincitore della prova mondiale S2 di Busca dello scorso anno, il britannico Christian Iddon (Aprilia-PMR-H2O), che precede il modenese Emanuele Giovanelli (Husaberg-Action RZ) e l’astigiano Paolo Gaspardone (Husaberg-BRT).

In classe S1, nonostante la vittoria dell’ultimo GP dei Pirenei di Thomas Chareyre (Husqvarna-CH Azzalin) ora quarto in classifica, a comandare la graduatoria provvisoria di campionato quando mancano ancora due prove alla fine della stagione, è ancora il tedesco del Ktm Italia Team Miglio grazie a gare regolari che gli permettono di precedere dall’alto della sua posizione l’avversario più ostico come il primatista francese Thierry Van Den Bosch (Aprilia-Team DRC) e il già citato Chareyre. In quinta posizione il britannico Matthew Winstanley (Ktm) davanti ai francesi Sylvain Bidart (Husqvarna) e Boris Chambon (TM), e al bolognese del Team Lux Perfomance, Fabio Balducci (Suzuki) che anticipa nell’ordine dei top ten i transalpini Jerome Giraudo (HM Honda Monticelli) e Maxime Testu (Kawasaki-Nastedo).

Sotto i riflettori del grande palcoscenico cuneese non vi saranno solo i contendenti al titolo mondiale ma anche un’altra prova dell’UEM European Supermoto Championship, che dopo l’ultima prova dei Pirenei vede al comando in classe S3 il britannico Oliver Pope (Ktm) davanti all’azzurro Alessandro Asnicar (Yamaha) e al belga Olivier Scheen (Suzuki). Tra i migliori 10 in graduatoria anche il nostro Alfredo Manfredi (Ktm) presente però alla sola prova pavese dello scorso 25 maggio.

In classe Open è invece l’austriaco Heino Meusburger (Yamaha) a comandare in classifica davanti al nostro Luca D’Addato (Honda) vincitore della prova di Andorra. Terzo posto per un altro valido azzurro come Alberto Dall’Era (Ktm) che guida il trenino dei nostri rappresentanti, da Edgardo Borella (Ktm), Alessandro Tognaccini (Aprilia), Luca De Angelis (Husaberg), Matteo Vannini (Suzuki) e Graziano Rispoli (Suzuki).




BIGLIETTI


SABATO: da € 10 a € 25 euro (a seconda se parterre o tribuna )


DOMENICA: da € 15 a € 45 euro (a seconda se parterre o tribuna)


Gratis ragazzi fino a 12 anni di età.


 


CLASSIFICHE


GRADUATORIA S1: 1. Hiemer GER punti 234; 2. Van Den Bosch FRA 220; 3. Lazzarini ITA 198; 4. Chareyre FRA 196; 5. Winstanley GBR 155; 6. Bidart FRA 145; 7. Chambon FRA 133; 8. Balducci ITA 121; 9. Giraudo FRA 114; 10. Testu FRA 105.


GRADUATORIA S2: 1. Chareyre FRA 275; 2. Gozzini ITA 269; 3. Delepine BEL 211; 4. Pignotti ITA 194; 5. Minutilli ITA 180; 6. Beltrami ITA 148; 7. Mariani ITA 139; 8. Iddon GBR 132; 9. Giovanelli ITA 128; 10. Gaspardone ITA 119.


S3 UEM European: 1 Pope Oliver  GBR punti 255; 2. Asnicar ITA 226; 3. Scheen BEL 221; 10. Manfredi ITA 28; 13. Traversa ITA 18.


OPEN UEM European: 1. Meusburger AUT punti 219; 2. D’Addato ITA 216; 3. Dall’Era ITA 197; 4. Borella ITA 192; 5. Tognaccini ITA 186; 6. De Angelis RSM 132; 9. Vannini ITA 83; 10. Rispoli ITA 73.