Fuoristrada

A Busca la seconda tappa degli Internazionali d’Italia Supermoto

Una settimana di pausa e poi di nuovo in pista per la seconda prova del Campionato Italiano Supermoto. I piloti del tricolore hanno avuto giusto il tempo di riorganizzarsi per poi rimettersi in moto alla volta di Busca dove sabato 2 e domenica 3 maggio è prevista la replica tricolore iniziata il 13 aprile da Ottobiano (PV), passando da Viterbo dove lo scorso 19 aprile si è aperto il mondiale 2009 della specialità.

Il circuito Kart Planet della cittadina cuneese, come sempre con l’organizzazione della DBO, offre così i presupposti per altri due giorni di grande show motoristico con quasi tutti i migliori piloti al mondo a caccia dei punti necessari per la conquista dei campionati tricolori e internazionali. Occhi puntati sui protagonisti della gara di apertura, ad iniziare dai due attuali leader di classifica, nonché campioni in carica Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) in classe S1 e Davide Gozzini (TM-747 Motorsport) in S2.

A cercare il riscatto, dopo le due belle affermazioni parziali del pesarese, saranno invece gli inseguitori in graduatoria, ad iniziare dalla classe S1 con Massimo Beltrami (Aprilia-Evolution) che si trova al secondo posto davanti al compagno di squadra Christian Ravaglia (Aprilia-Evolution), quindi Fabio Balducci (Suzuki-Lux Performance), Max Verderosa (Honda), Teo Monticelli (Honda HM), Marco Dondi (Honda-PMR H2O), Edgardo Borella (Ktm Italia Team Miglio), Marco Candelori (Honda-Fiamma), Nicola Costa (Honda) per citare i primi dieci in graduatoria tricolore.
 
Nella S2, invece, dopo le due belle vittorie di manche ad opera del bresciano Gozzini, l’inseguitore più diretto è il privato ma sempre molto costante compagno di marca Lorenzo Mariani (TM MRC), posizione conquistata in virtù di due bei secondi posti che gli permettono di anticipare un altro pilota in gran forma come il pilota di Terracina Luca Minutilli (Aprilia PMR-H2O), numero 3 anche nel mondiale dietro a Gozzini. Seguono l’ordine tricolore Paolo Gaspardone (Ktm BRT), Alberto Dall’Era (Ktm Italia Team Miglio), Riccardo Peroni (Husqvarna), Riccardo Moretti (Honda), Roberto Costa (Honda), Luca De Angelis (TM), Ryan Sconfietti (Honda) sempre per citare i top ten della classifica provvisoria di campionato.
 
Tra le novità introdotte nella nuova formula internazionale, che vede tra l’altro la disputa delle prime manche S1 e S2 il sabato, c’è il confronto open tra i migliori delle due classi in una gara accesissima quanto appassionante, che serve ad assegnare i punti per la classifica internazionale, l’unica che assegna punti indistintamente a tutti, italiani e stranieri. E’ il transalpino campione del mondo Adrien Chareyre (Husqvarna) dopo la prova pavese a guidare il gruppo, precedendo nell’ordine Lazzarini (Aprilia-ITA), Delepine (Husqvarna-BEL), Gozzini (TM-ITA), Balducci (Suzuki-ITA), Ravaglia (Aprilia-ITA), Borella (Ktm-ITA), Occhini (TM-ITA), Van den Bosch (TM-FRA), Minutilli (Aprilia-ITA).
 
Le classi S4 e S5 sono il valore aggiunto ai due tornei di cartello, proponendo sfide quasi mai scontate ed altrettanto frenetiche, che dal prossimo incontro cuneese vedrà la sfida tra il capoclassifica vincitore delle prime due manche della S4 il maceratese Marco Animento (Kawasaki-Fiamme Oro) e gli inseguitori Cristiano Lupacchini (Honda), Giulio Lorenzini (Suzuki), Andrea Moschini (Kawasaki), Mauro Cucchietti (Yamaha). In S5 in testa alla graduatoria si presenterà l’abruzzese Mattia Martella (Ktm) grazie a due secondi posti ottenuti in Lombardia, lo seguono Alessio Piccinato e Omar Pelliccioni vincitori entrambi di una manche. Quindi Fabio Gazzarri (Yamaha) e Silvano Baroni (TM) per i top five.
 
Il programma del weekend si chiude degnamente con due sfide altrettanto belle come i monomarca HM Honda e Suzuki, la prima con uno scatenato Orlando Gattazzo che ha già centrato le prime due vittorie, anticipando così sui gradini del podio Diego Monticelli e Matteo Traversa. E’ invece Simone Cecchetti il leader del Trofeo Suzuki dopo aver concluso con costanza le tre manche pavesi, lasciandosi così alle spalle sia Kevin Dursaptn e Randy Peresson e sia i tre vincitori di manche Thomas Gory, Alessandro Ghirelli e Simone Marchesini.
 
Biglietti:
Sabato: ingresso libero
Domenica: biglietto unico € 10
Ingresso gratuito per i ragazzi fino a 12 anni di età
var addthis_pub=”federmoto”;