Fuoristrada

A Bologna, l’incontro tra la FMI e i rappresentanti delle Case impegnate nei Campionati Italiani Enduro

Si è tenuto oggi a Bologna, presso la sede del Comitato Regionale FMI Emilia Romagna, un importante incontro tra la Federazione Motociclistica Italiana e i rappresentanti delle Case costruttrici impegnate nei Campionati Italiani di Enduro. Alla riunione, presieduta dal Presidente FMI Giovanni Copioli, erano presenti Franco Gualdi (Coordinatore Comitato Enduro FMI), Domenico Bignami (Membro del Comitato Enduro FMI), Tony Mori e Monica Mori, responsabili di Maxim, promoter delle competizioni tricolori Enduro. In rappresentanza delle Case hanno partecipato: Fabrizio Dini (Beta), Maurizio Radici e Carlo Curci (Honda RedMoto), Daniele Giacometti e Nicolas Minne (Husqvarna), Roberto Rossi (KTM), Marco Ricciardi (TM) e Luca Lussana (Yamaha).

In un clima di massima collaborazione, si sono affrontati diversi argomenti. Il Presidente Copioli ha aperto la riunione illustrando la semplificazione del sistema Licenze FMI per il triennio 2018 – 2020 accogliendo, al fine di valutarle, le proposte dei presenti.

Successivamente sono state analizzate le statistiche relative alle iscrizioni ai Campionati Italiani Enduro tra il 2009 ed il 2017 e ai Campionati Regionali di specialità 2016 e 2017. E’ stato evidenziato come, nel corso degli anni, i numeri di partecipazione siano rimasti sostanzialmente stabili e – in alcuni casi – siano cresciuti. Partendo da questi dati, i rappresentanti delle Case hanno formulato delle proposte in vista della stesura dei calendari 2018. In conclusione, il Presidente Copioli ha aggiornato i presenti relativamente alle questioni di carattere ambientale, sottolineando l’importanza del Protocollo di Intesa recentemente firmato con l’Arma dei Carabinieri.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “La riunione odierna è stata un’ottima occasione di incontro e confronto con i rappresentanti delle Case, quindi con chi vive quotidianamente il mondo dell’Enduro FMI. Abbiamo presentato alcuni progetti della Federazione Motociclistica Italiana e, in un clima di massima collaborazione, vi è stato un costruttivo scambio di idee relativamente a molti argomenti. Per dare sempre maggior impulso al nostro movimento sono certamente importanti le competizioni, ma sono fondamentali anche gli incontri con i protagonisti delle stesse in modo da poter definire una efficace pianificazione strategica”.