Mototurismo

71° FIM Rally 2016. Trionfo per l’Italia

La spedizione azzurra conquista l'ennesimo successo

L’Italia si conferma ancora una volta ai vertici del motociclismo internazionale. Non solo a livello sportivo, ma anche turistico grazie ai 152 componenti della spedizione azzurra a Liptov, in Slovacchia, in occasione del 71° Rally FIM. L’evento si è tenuto dal 29 giugno al 1° luglio e ha visto l’Italia trionfare per la ventitreesima volta.

I quasi 150 partecipanti azzurri, tutti regolarmente iscritti a Moto Club FMI, hanno ottenuto la prima piazza in ben quattro challenge: FIM Challenge (il più importante, che va alla Federazione che ha ottenuto il maggior numero di punti),  FIM Meritum Challenge (va alla federazione che ha il maggior numero di conduttori e passeggeri con il FIM Meritum Badge of Onour e FIM Co-Meritum), FIM Belgium Challenge (ottenuto dalla Federazione presente con più club), e infine FIM Gagarin Challenge ( che va alla squadra nazionale con più conduttori. Nella classifica interclub ,per l’Italia, si è classificato al primo posto -come da anni siamo abituati a festeggiare- il Moto Club Andrea Testa di Bari ;a seguire, il MBC Touring di Roma , il Vecchio Piemonte di Carignano e il Moto Club Magenta. Sul palco, a premiare, anche Damiano Zamana,  nuovo Director della CTL, massimo organismo della FIM in tema di attività turistiche, particolarmente lieto ed emozionato, essendo italianissimo e collaboratore della stessa Commissione Turistica FMI.

Il Rally FIM 2016 ha visto poco meno di 1000 i partecipanti regolarmente giunti e controllati al parco chiuso, un numero che denuncia una contrazione delle presenze rispetto agli anni passati ed un calo generalizzato per tutte le nazioni europee. Buon livello per la sistemazione alberghiera, meno bene per il campeggio. Organizzazione molto volonterosa, non eccezionale ma giudicata più che sufficiente. Un risultato finale più che ottimo: la vittoria dell’Italia!