Moto Club

41° Motoraduno Stelvio International Metzeler

Anche quest’anno Sondalo (SO) è stata la base del motoraduno Stelvio International Metzeler, giunto alla sua 41° edizione. Le giornate di giovedì e venerdì non facevano ben sperare, a causa del maltempo e delle basse temperature. Poi il sole e la poca pioggia di sabato e domenica ci hanno portato ad avere 4606 iscritti ufficiali. Un dato in lieve calo rispetto agli scorsi anni, sia per il maltempo che per l’impossibilità di effettuare la tradizionale parata delle luci.

Al raduno quest’anno abbiamo avuto ospiti importanti come Marco Melandri (pilota Aruba Ducati Sbk), Carlos Checa (ex pilota 500, MotoGP e Sbk), Oscar Balletti e Simone Albergoni, entrambi campioni di Enduro delle Fiamme Oro. Un moto viaggiatore speciale, Massimiliano Perrella, in giro per il mondo dal 2011 con la sua Africa Twin, ha scelto di passare al raduno prima di fare una pausa a casa in Molise. Novità assoluta del raduno di quest’anno è stato lo Stelvio Stunt Competition Match gara in cui stuntman professionisti hanno gareggiato su più prove di abilità dimostrando le proprie capacità. La gara è stata molto appassionante in quanto i piloti erano di alto livello e hanno fatto appassionare il pubblico. A vincere è stato il lituano Arunas Aras Gibieza; al secondo posto, il connazionale Sheras Zyske e terzo il quindicenne russo Foma Kalinin. Per quanto riguarda le classifiche del mototurismo il Belgio è stato padrone nelle classifiche individuali e di Moto Club. Nella classifica extra regione Lombardia, il Piemonte ha fatto dominato: primo posto per il Moto Club Alba, secondo il MC Bisko Stefano Doria e terzo il MC Colli di Crea. Per quanto riguarda la regione Lombardia invece al primo posto troviamo il moto club Erba davanti ai MC Asso e Le aquile del Lura. Durante il raduno, come nelle passate edizioni abbiamo dato spazio anche alla prevenzione e la sicurezza. In particolare, grazie alla collaborazione fra Polizia di Stato e Polizia Cantonale Svizzera, sono stati illustrati ai partecipanti regole della strada italiane e svizzere, effetti che si hanno guidando in stato di ebrezza, dispositivi da usare per proteggersi in moto nella consapevolezza che guidando in modo opportuno si possono evitare più incidenti. C’è stato anche un corso per i ragazzi dai 7 ai 14 anni per insegnar loro la guida su minimoto e far provare in sicurezza con gli istruttori della Federazione Motociclistica Italiana come guidare correttamente. In molti hanno potuto provare le moto di Honda, Yamaha, Suzuki, Aprilia e Moto Guzzi.

Abbiamo avuto un buon riscontro anche per la scelta musicale della band che hanno intrattenuto il pubblico nelle serate di venerdì e sabato. Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che ci hanno aiutato alla buona riuscita dell’evento in primis a tutti i volontari che hanno lavorato prima e durante l’evento. Ringraziamo inoltre Metzeler nostro title sponsor tutti gli sponsor che in qualsiasi modo hanno contribuito alla manifestazione dal più piccolo al più grande. Ringraziamo il comune di Sondalo, le forze dell’ordine, l’Areu e tutte le istituzioni che ci sostengono. Ora ci riposeremo per un po’ e rifletteremo sul da farsi per il 2018 sperando in qualche miglioramento da concordare con tutti. I motociclisti vengono visti a volte nel modo sbagliato ma possiamo essere fieri di dire che quest’anno le nostre ambulanze nella manifestazione hanno medicato solo lievi ferite. Noi siamo sempre felici se il raduno si conclude con una festa per tutti coloro che partecipano.