Fuoristrada

4° round per l’Italiano Trial Outdoor

A S. Stefano d'Aveto anche tre spagnoli

Dopo le tappe di Spoleto, Garessio e Santa Fiora, il Campionato Italiano Trial Outdoor questo fine settimana si sposterà a Santo Stefano d’Aveto, in provincia di Genova. Qui si disputò la tappa italiana del Mondiale 2012, ma la particolarità del prossimo appuntamento sarà la sua suddivisione in due giornate, entrambe valide per il tricolore 2016.

Il record di 146 iscritti alla gara promette davvero molto spettacolo, anche perché in tanti si impegneranno per impedire a Grattarola di ottenere due vittorie consecutive in due giornate e impedirgli di toccare quota 17 successi consecutivi. Alla gara di Santo Stefano d’Aveto ci saranno anche alcuni piloti spagnoli. Da Francesc Moret con la Vertigo ai tre giovani Miquel Gialabert (Sherco) Marc Riba (Gas Gas) e Samuel Obrado (Beta). Questo confronto con i trialisti iberici servirà sicuramente a un importante confronto con i nostri piloti specialmente i più giovani a cui fare riferimento. E così dopo il “Gratta” vedrermo il nostro poker formato da Gianluca Tournour (Gas Gas), Luca Petrella (Trs), Filippo Locca e Francesco Cabrini entrambi con le Beta.

Anche nella classe TR2 si rinnoverà la sfida per il podio, dove però qui i pretendenti ai tre gradini più importanti saranno sei: ai due leader del campionato a pari punti Stefano Garnero (Jotagas) e Pietro Petrangeli (Beta) possiamo aggiungere sicuramente il bresciano Sergio Piardi e Simone Staltari di casa Beta, il valtellinese Luca Corvi (Scorpa, nella foto) e, da non sottovalutare, l’eclettico Andrea Riva su Beta.

Sabato 2 luglio partenza ore 11.30 e arrivo alle ore 18.00, seguite dalla premiazione, mentre la domenica sul palco partenti il primo concorrente alle ore 9.00 e arrivo alle 17.30 con le premiazioni immediate.