Mototurismo

4^ Prova del Campionato Italiano Motoraid 16 luglio 2006 – Ottima prova del Vespa Club Milano

Il Vespa Club Milano, dopo anni assoluto silenzio nel settore dei raid ha ripreso l’attività con una prova di Campionato Italiano Motoraid, con partenza da Fornovo ed arrivo a Milano. La gara è stata impegnativa per tutti i partecipanti, in quanto la maggior parte di loro ha preso parte alla gara nazionale di Motomarathon sperimentale denominata “XIV 500 Km” che partita da Milano alle ore 23,00 del giorno 15 con le prove notturne di Milano e Fornovo (PR) , raggiungendo la cittadina di Sarzana (SP) in Liguria per poi rientrare a Fornovo alle ore 8,00 del giorno 16. Alle ore 9,00 regolarizzate le posizioni dei partecipanti al solo Campionato Italiano Motoraid la gara riprendeva per raggiungere Milano. La manifestazione si è conclusa presso il Centro Espositivo di Novegro nei pressi dello scalo di Linate (MI). Ricchi e numerosi i premi messi in palio dal Club organizzatore. 69 il totale dei partecipanti, impegnative le prove. Certamente il supporto tecnico fornito dalla Commissione Motoraid, sempre presente ad ogni manifestazione, contribuisce, alla tranquillità organizzativa dei Club. La prova di Milano ha visto l’incremento partecipativo dei Club Lombardi. La “XIV 500 Km” manifestazione nata come gara vespistica ha visto un considerevole numero di vespisti al via con ben 55 partecipanti su Vespa sui 69 presenti ed è stata appannaggio del Vespa Club Milano con Mauriello Salvatore, mentre la selettiva ha visto primeggiare nella categoria motocicli il Moto Club Nocera Umbra con Fischi Claudio, nella categoria moto d’epoca il Moto Club Foligno con Angiolini Andrea, la classe Scooter l’Auto Moto Club Viterbo con Di Clementi Roberto, mentre le squadre sono state appannaggio del Vespa Club Milano. Dopo i discorsi di prammatica si è proceduto alla premiazione con la consegna del riconoscimento della FMI Commissione Turistica al Presidente del Club Organizzatore Sig. Carlo Bozzetti, portando nel contempo il saluto federale.