Mototurismo

4^ edizione INTERNAZIONALE dei CENTOPASSI – 3^ Prova TROFEO NAZIONALE MOTOMARATHON – 19 – 29 Luglio

Il 19 Luglio prendeva il via da Nizza (F) la 4^ edizione di CENTOPASSI organizzata dalla Dream Engine di Bologna con il supporto tecnico per la parte delle prove di abilità e classifiche dell’ Auto Moto Club Viterbo e si concludeva il 22 luglio.50 conduttori per la parte sportiva e 74 per la classe turistica. Numerosi gli equipaggi stranieri di Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Francia, USA, Principato di Monaco, Belgio, Grecia, Spagna, Norvegia, Messico, Isola di Man, Italia ( rappresentata dai Club Ruggeri di Bologna, Auto Moto Club di Viterbo, M.C. Foligno, M.C. Mutina, M.C. Racing di Terni, M.C. Garda Bikers di Gavardo, M.C. Motauri di La Spezia, M.C. Centauro Dorico di Ancona, M.C. AVB di Bergamo, M.C. Andraeni di Cabicce, M.C. Gentlemen’s di Roma, M.C. Nuovi Orizzonti di Parma, M.C. Nello Pagani di Belluno, Vespa Club Milano, M.C. Crostolo di Reggio Emilia ) un vero e proprio successo per una gara in continua crescita.La formula di gara ed un regolamento appositamente studiato dai Tecnici della Commissione Turistica FMI è piaciuta ai partecipanti ed agli organizzatori e non ha dato adito a nessun tipo di contestazione.Percorsi complessivamente circa 1500 km. La prima tappa del giorno 19 luglio – Nizza -Bardonecchia di Km. 300 è stata vinta da Manestrina Flavio del Moto Club Garda BikersLa seconda tappa del giorno 20 luglio – Bardonecchia – Bardonecchia di km. 350 è stata vinta da Manestrina Flavio del Moto Club Garda BikersLa terza tappa del giorno 21 luglio – Bardonecchia – Bardonecchia di Km. 430 è stata vinta da Corbani Enrico del Moto Club Motauri.Incertezza sul risultato finale dopo la terza tappa, quando Severi Alessandro del Moto Club Mutina su BMW, riusciva dopo una gara fino a quel momento regolare ad appaiare in testa l’avversario. La quarta ed ultima tappa del giorno 22 luglio – Bardonecchia – Bardonecchia di km. 250 ha proclamato vincitore un superlativo Manestrina Flavio che in sella alla sua Ducati multistrada 1000 con una gara regolare, ha fatto il vuoto dietro di se .La pioggia, caduta incessante nel finale, non ha fermato gli audaci piloti.Sono stati 4 giorni di gara veramente duri per i partecipanti, i quali alla fine soddisfatti ed appagati per i risultati raggiunti, si sono dati appuntamento alla prossima edizione.Non è mancato da parte mia un intervento a nome della Federazione durante la premiazione, per sensibilizzare i potenziali partecipanti alle gare di Motoraid e Motomarathon ancora da disputare, dando appuntamento ai conduttori dei Club Italiani alle manifestazioni in Calabria del 30 luglio, Sicilia del 27 agosto, Friuli 3 settembre, Toscana il 17 settembre e Lazio del 7 e 8 ottobre. 1.500 km in quattro giorni sui passi alpini più spettacolari delle Alpi Marittime; oltre 200 iscritti provenienti da ogni parte d’Europa; prove selettive di regolarità con controlli orari, prove speciali e gimcane al centesimo di secondo; ma soprattutto un’organizzazione con i fiocchi. Tutto questo, ma molto altro ancora, è stata la quarta edizione della Centopassi, quest’anno valevole – per i conduttori italiani – quale terza prova del Trofeo Nazionale Motomarathon.Uno sforzo organizzativo sostenuto con grande impegno e dovizia di mezzi dalla Dream Engine di Bologna, organizzatore anche del Motogiro d’Italia riservato alle moto d’epoca, con il sostegno di Ducati Motor e del main sponsor Z Zegna, affiancato quest’anno da Iveco, Tucano Urbano e Comune di Bardonecchia. Le quattro tappe con partenza da Nizza il primo giorno e poi con partenza e arrivo a Bardonecchia nelle tre giornate successive hanno impegnato duramente i 51 conduttori della classe Competition, in lotta per l’ambito premio finale costituito da una Ducati Multistrada 620. Ma anche i partecipanti della classe Iron Biker – ovvero i turisti – hanno dovuto dare fondo all’abilità di guida e alla resistenza alla fatica per completare gli splendidi itinerari preparati dall’équipe di Curve&Tornanti. Galibier, Izoard, Iséran, Alpe d’Huez, Tourmalet sono alcuni dei passi resi celebri dal Tour de France senza dimenticare Moncenisio, Monginevro, Col dell’Agnello, Colle della Maddalena e tanti altri ancora che hanno messo a dura prova tutti i partecipanti. La presenza del cronometraggio ufficiale disposto dall’Auto Moto Club Viterbo sotto il vigile controllo del coordinatore del Comitato Motoraid FMI Domenico Palazzetti ha permesso uno svolgimento regolare che ha soddisfatto pienamente tutti i partecipanti. La presenza della Clinica Mobile, alla sua prima uscita ufficiale per una manifestazione del genere, ha rappresentato un “plus” che certamente premia questa manifestazione. Il vincitore assoluto è risultato Flavio Manestrina di Salò (BS) su Ducati Multistrada, sesto nella passata edizione, che ha preceduto il modenese esordiente Alessandro Severi su BMW GS 1200 R e l’eroico Enrico Corbani di La Spezia che ha portato al difficile traguardo la sua sportivissima Ducati 998.Tutti i risultati della manifestazione sono disponibili sul sito:www.amcviterbo.net/centopassi.