Mototurismo

Raid Lambrettistico di Sicilia sulle strade della Targa Florio

L’anno scorso la prima edizione, di tipo sperimentale. Quest’anno la prova del nove per il Lambretta Club Sicilia che organizza la seconda edizione del Raid Lambrettistico di Sicilia che si terrà dal 26 al 30 aprile 2017, inserito nel calendario degli eventi d’eccellenza della Federazione Motociclistica Italiana.

La formula è quella del Motoraid, gara di regolarità ed abilità – senza punteggi e premi ma con gadget per tutti – effettuata esclusivamente in sella alla storica Lambretta. Per mitigare l’aspetto agonistico del Motoraid, i soci del Moto Club trapanese, presieduto da Pietro Lena, non hanno previsto dei veri e propri posti di controllo nelle località dove si effettueranno le soste, ma i lambrettisti potranno dimostrare di esserci stati mostrando, ad esempio, lo scontrino di un caffè bevuto al bar o del rifornimento di benzina, una foto o un selfie, e così via.

L’anno scorso sono stati 25 gli equipaggi che si sono iscritti alla manifestazione, quest’anno si spera di raddoppiare il numero di lambrette provenienti, per la maggior parte, dalle diverse provincie siciliane ed alcune da altre Regioni italiane. L’80% dei mezzi partecipanti al Raid sono già iscritte al registro storico Lambretta.

La concomitanza con la ricorrenza del 70° Anniversario della Lambretta, che sarà celebrato quest’anno in Italia, ad Adria in Provincia di Rovigo dal 1° al 4 giugno, nell’ambito dell’evento annuale Eurolambretta – che attira ogni anno circa 2.000 possessori di Lambretta provenienti dai vari Paesi europei – rende il Raid di Sicilia ancora più interessante.

Per onorare al meglio l’evento, i centauri siciliani non hanno lesinato sforzi nell’organizzazione, coinvolgendo l’Amministrazione Comunale di Trapani che ha risposto mettendo a disposizione la villa comunale per le verifiche del primo giorno dell’evento e la centralissima Piazza Vittorio Veneto per il raduno.

Sono state stipulate vantaggiose convenzioni con strutture ricettive, in particolare per i due pernottamenti a Cefalù, dove i centauri potranno percorrere le strade della mitica Targa Florio, con passaggio per Campo Felice di Roccella, Porto Palo e soprattutto Cerda, sede delle partenze e degli arrivi della storica gara.

Quest’anno il percorso del Raid sarà lungo 700 km (l’anno scorso 1.200) e suddiviso in quattro tappe a tema: 1) “Tra mare e monti”; 2) “Sulle strade della mitica Targa Florio”; 3) Da costa a costa”; 4) “Percorso culturale – gastronomico – naturalistico”.

Sito web del Moto Club:

Programma e regolamento