Moto Club

E’ scomparso Gianfranco Saini

Il mondo della regolarità motociclistica oggi ha subito una grave perdita: si è spento, all’età di 84 anni, Gianfranco Saini, grande pilota (anche della velocità) negli anni ‘50 e ‘60. Il funerale si svolgerà lunedì 2 maggio alle 10.30 presso il cimitero di Bergamo.

Nato il 14 novembre 1931, figlio del Cavalier Camillo Saini, pilota motociclista ai tempi di Tazio Nuvolari, fratello di Eugenio, altro campione di razza, iniziò l’attività agonistica nel 1951 conquistando subito il titolo provinciale bergamasco della classe 75 su Motom 48.

Di seguito le altre tappe di una vittoriosa carriera.

– 1952: 1° al Circuito di San Pellegrino, su Motom 50.

– 1953: 1° alla gara di motoregolarità a Reggio Emilia con la squadra Rumi; 1° al circuito di Vigevano su Laverda 75; 1° nella gara in salita Cernobbio-Bisbino su Ceccato 75; 3° nel Km lanciato a Monza su Laverda 75; 1° alla Sei Giorni del Sud a Foggia, su Motom 160.

– 1954: Pilota ufficiale alla Gilera.

– 1955: 1° alla Valli Bergamasche su Gilera 150; 4° al Motogiro d’Italia su Gilera 175; 17° alla Milano-Taranto di velocità, su Gilera 175.

– 1956: 1° alla Valli Bergamasche su Iso 125.

– 1959: 1° alla Valli Bergamasche.

Ha al suo attivo 14 partecipazioni alla Sei Giorni Internazionale con 9 medaglie d’oro.

– Più volte componente della formazione vincitrice del Campionato Italiano per squadre di Club con Moto Guzzi regolarità.

– Numerose partecipazioni a gare internazionali in Europa.

La Scuderia Norelli, di cui faceva parte, lo ricorda con l’immagine che lo ritrae alla Valli Bergamasche del 1964 in sella alla Guzzi 125.