Moto d'Epoca

245 piloti alla prima prova dell’Italiano Motocross Epoca

Il Campionato Italiano di Motocross d’Epoca ha iniziato la stagione tricolore il 6/7 maggio dallo storico e sempre spettacolare tracciato del Ciglione della Malpensa. Malgrado il freddo e la pioggia caduta per tutta la giornata di sabato si è eguagliato il record storico di presenze stabilito lo scorso anno proprio su questo tracciato con 245 partenti nelle varie classi in cui è articolato il tricolore.

Il Moto Club M.V. Gallarate ha preparato al meglio la pista, che ha resistito alle copiose precipitazioni anche se poi, al mattino della domenica, sia le prove cronometrate, sia le prime finali di giornata sono state durissimi banchi di prova per tutti gli atleti partecipanti. Dopo la pausa pranzo, all’inizio delle seconde finali di giornata, un sole beffardo ed un cielo completamente azzurro hanno salutato i piloti che a questo punto hanno dovuto lottare contro le buche ed i canaloni che si erano formati lungo tutto il tracciato. Tante innocue scivolate e solo qualche caduta veramente degna di nota conclusasi con ematomi vari ma nulla di più. Da elogiare quindi tutti i piloti che si sono confrontati con tanta grinta e determinazione come lo spirito del motocross richiede, ma tutti con estrema sportività e sano divertimento; sono questi i principali motivi che hanno contribuito alla continua crescita del numero di piloti partecipanti a questo Campionato.

I primi vincitori di giornata sono dunque stati: nella classe A1 Massimo Trollo su Bsa, nella A2 Renzo De Santis su Cz (arrivato solo al mattino di domenica dopo aver guidato tutta la notte per aver partecipato ad una gara di motocross d’epoca in Cecoslovacchia), nella A3 Franco Pozzi su Cz, nella B Gianluca Gallingani su Villa, nella C Valter Chiappa su Maico, nella D1 Giuliano Giovannelli su Suzuki, nella D2 Antonio Rigoni su Honda, nella D3 Franco Ulivi su Kawasaki, nella E1 Giuseppe Angelotti su Tgm, nella E2 Massimo Signorin su Beta, nella E3 Antonino Abramo su Yamaha, nella E4 Franco Ulivi su Kawasaki, nella E5 Gherardo Gasso su Tresoldi, nella F1 Paolo Panti su Tgm, nella F2 Massimo Pesce su Tgm, nella G Andrea Bisi su Honda e nel gruppo 4 Davide Falletto su Honda.

Tutti questi piloti hanno anche ricevuto la tabella rossa di Leader di Campionato. Adesso l’attenzione si sposta subito alla seconda prova che per problemi di autorizzazioni mancate non verrà disputata sulla pista di Ponte Sfondato di Montopoli in Sabina (RI) ma sul tracciato di Esanatoglia (MC) il prossimo 27/28 maggio.